I baratri della ragione

I baratri della ragione

Arturo Graf e la cultura del secondo Ottocento

Maggiori dettagli

  • Anno: 1986
  • Autore: Girolamo de Liguori
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 464


€ 15,00

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile

    Dettagli

Questo denso e sostanzioso volume di Girolamo de Liguori, che conclude degnamente una serie di importanti contributi preparatori, si colloca senza dubbio nel complesso di ricerche e di discussioni volte a riesaminare nel suo insieme la cultura nazionale della seconda metà dell'Ottocento al di fuori di prospettive e sistemazioni d'uso, ma con chiarezza d'orientamento.

Senza dubbio gli interessi - e le simpatie - del de Liguori vanno alla cultura italiana nell'età del positivismo, ai suoi valori trascurati e misconosciuti: ma la forza del suo lavoro è di avere opposto a sentenze generiche, frettolose, e troppo acriticamente ripetute, la 'ricerca sul campo'. Anche qui il merito del de Liguori è stata la scelta del personaggio da mettere a fuoco, al centro del discorso. Scegliendo Graf ha scelto una figura di grande significato, dai molti interessi, dalla risonanza indiscutibile anche se non pari al valore; ma una figura, d'altra parte, quasi tutta da scoprire. Dal libro di de Liguori, dall'analisi attenta e costante dell'attività del Graf seguita in tutte le varie sue manifestazioni, dall'esame insistente di ogni documento significativo, dal confronto con i contemporanei italiani e no, riemerge un'opera che in molti campi è attiva al livello dell'indagine più avanzata di ogni paese e oltre ogni confine. Ne esce così un panorama efficace di non piccola parte della vita culturale italiana, rievocata nei suoi punti di forza (studi medievali, filologia, storia letteraria) mentre direttamente e indirettamente si indicano anche i terreni da indagare più a fondo e finora trascurati dalla riflessione storiografica. Che un'opera come questa, tutta tesa a far luce su una singola figura esemplare, naturalmente imponga il riferimento a un orizzonte così ampio e solleciti già nuove indagini, non è davvero l'ultimo dei suoi pregi.

Eugenio Garin

Autori

Lacaita Editore