Montale tra simbolismo e realtà

Montale tra simbolismo e realtà

Tra simbolismo e realtà

Maggiori dettagli

  • Anno: 1988
  • Autore: Giuseppe Genco
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 128


€ 10,00

    Dettagli

La poesia di Eugenio Montale, la voce più grande del nostro Novecento, viene riproposta in questo saggio con una lettura aliena dalle «invenzioni» delle pure descrizioni formali o di astratti approcci strutturalisti. 

Il vasto e complesso mondo del poeta è interpretato con l'attenzione rivolta a cogliere correlazioni e omologie tra piano dell'espressione e piano dei contenuti: il culto della parola e il «racconto» dei grandi drammi storico-esistenziali dell'uomo contemporaneo. 

Le varie tappe delI'altissimo magistero del Montale poeta sono viste nel loro intreccio con l'attività dell'intellettuale attentissimo ai più scottanti problemi della società di oggi. 

Si sottolinea, quindi, il significato ideologico della presenza montaliana nella storia civile italiana sino alla fine degli anni Settanta. 

Emerge una nozione di «impegno» abbastanza diversa da quella teorizzata da certo «progressismo» da convegni o da salotto; l'impegno di un «isolato» e «fuori dal giro» testimone delle tragedie del fascismo e del post-fascismo, che ha lasciato in eredità un messaggio di strenua coerenza, di «decenza» morale, di una religiosità non dogmatica; e soprattutto il culto del grande mito foscoliano della Poesia come portatrice e conservatrice degli immutabili valori dell'Uomo, sempre più corrosi dalla moderna civiltà tecnologica e di massa, colpevole «della decadenza della parola e della conversazione». 

A quanti, studenti soprattutto, sono ancora sensibili alla difesa della dimensione umana della vita si rivolge questo saggio, scritto in una prosa agile e viva, e con sincera passione.

Autori

Lacaita Editore