Che cosa è la mafia

Che cosa è la mafia

E gli altri scritti su Palermo, la Sicilia e il Mezzogiorno

Maggiori dettagli

  • Anno: 1993
  • Autore: Gaetano Mosca
  • Formato: 11,5x18,5
  • Pagine: 172


€ 10,00

    Dettagli

La raccolta degli scritti di G. Mosca su mafia, Sicilia e Mezzogiorno, rivela una figura inedita di studioso che non disdegna di accostarsi ad un tema così drammatico e sempre attuale, come quello della criminalità organizzata in combutta con il potere politico in Italia.

Le pagine, che pur hanno il sapore e la vetustà di un secolo o poco più, ripropongono al lettore odierno, con dirompente attualità, le dimensioni di un fenomeno radicato stabilmente nelle viscere della storia italiana, in quel pezzo di realtà esplosiva rappresentato dalla Sicilia e, in genere, dal Mezzogiorno. Molte diagnosi sono in linea con la riflessione di quanti, con gli strumenti della ricerca storico-sociale o dell'analisi politica, continuano a sviscerare nei dettagli le connessioni mafia-politica-affari nel più vasto panorama della crisi del sistema politico italiano. In tal senso G. Mosca può essere considerato un conoscitore smaliziato del problema, molto prima che altri ponesse mano a fatiche intellettuali di questo tipo. Anzitutto la convinzione che la mafia sia da collegare ad una realtà economica moderna aperta ai traffici commerciali e finanziari, tale da richiedere una più stretta connivenza degli Istituti di Credito. Senza dimenticare, però, i legami storici con la vicenda politica dell'isola che dal dominio borbonico in poi vede una classe politica agire con gli strumenti della corruzione e del malaffare. L'italia post-unitaria mette in piedi una struttura parlamentare di tipo rappresentativo che, priva di regole certe per un funzionamento sicuro e democratico, apre il varco a fenomeni di degenerazione che continuano a proiettare la loro luce sinistra sul Paese reale di oggi. Ma è altresì interessante che il politologo palermitano, nel contrastare un immagine folkloristica della mafia particolarmente diffusa al nord, si sia affrettato, già agli inizi di questo secolo, ad affermare che la questione criminale non è peculiare della Sicilia ma si estende alle altre realtà urbane del Pazse (Torino e Milano) e tende ad allargarsi all'Europa.

Autori

Lacaita Editore