Perché Gobetti

Perché Gobetti

Giornata di studio su Piero Gobetti (Torino, 16 aprile 1991)

Maggiori dettagli

  • Anno: 1993
  • Autore: Autori Vari
  • Formato: 11,5x18,5
  • Pagine: 176


€ 10,00

    Dettagli

"Perché Gobetti". È una giornata di studi gobettiani organizzata, oltre due anni fa, nel "suo" liceo, il liceo torinese che si richiama al suo nome e che rivive la sua tradizione, una tradizione non a caso legata ai gloriosi licei torinesi.

Febbraio 1926. "Non sapevo chi fosse Gobetti, forse non lo avevo mai sentito nominare. È una confessione di Norberto Bobbio, il quale aggiunge: fu un professore del liceo D'Azeglio legato a Gobetti e a tutti i filoni dell'antifascismo piemontese a rivelare quell'immagine nei giorni della morte. Fu Umberto Cosmo - racconta Bobbio - "a dirci in classe con voce accorata di aver appreso la notizia della morte di uno dei suoi migliori allievi, Piero Gobetti, un'impressione che non mi si è più cancellata dalla memoria". E l'aggiunta rivelatrice "Solo Ginzburg sapeva chi era Gobetti e alla fine della lezione ce ne parlò".

1926. Sia Ginzburg sia Bobbio erano nati nel 1909. Fra i sedici e i diciassette anni (coetaneo era pure Eugenio Colorni, firmatario del futuro Manifesto di Ventotene). Una classe di liceo dove era emerso, fra gli studenti, un "maestro" instancabile nei suggerinienti, inesauribile nelle iniziative, riconosciuto come tale un pò da tutti, appunto Leone Ginzburg.

Dalla Presentazione

 

Scritti di: G. Bergami, N. Bobbio, M. Bertiglia, S. Caprioglio, I. Carè, E. Data, P. Gobetti, P. Polito, G. Quagliariello, M, Revelli, V. Zanone.

Autori

Lacaita Editore