La devianza dei minori come problema educativo

La devianza dei minori come problema educativo
  • A cura di: Antonino Mangano, Antonio Michelin Salomon
  • Anno: 1996
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 480


€ 20,00

    Dettagli

L'approccio educativo al problema della devianza dei minori, nell'ottica della prevenzione, è sostanzialmente nuovo nel panorama scientifico contemporaneo. Se ne è occupato il primo volume di questa collana (v. Minori nel circuito penale), il quale dà conto, in sede di analisi e di progetto, di una ricerca empirica condotta all'interno dei Servizi sociali della Giustizia minorile. 

Il presente volume amplia l'indagine. Esso contiene i contributi di specialisti appositamente consultati sulla questione "devianza". Si tratta di studiosi di scienze dell'educazione, di responsabili delle politiche sociali e giovanili degli enti locali, di operatori nel settore della giustizia minorile, di persone impegnate appunto in esperienze di prevenzione (v. Introduzione). 

La devianza dei minori vi risulta considerata non in base a logiche isolazionistiche e settoriali, secondo un "paradigma" tipicamente "moderno", ma nelle sue complesse relazioni e dinamiche, all'interno dei più vasti problemi attuali dell'umanità. 

Ne vengono toccati i gangli nodali della cultura contemporanea, quelli che dovranno inevitabilmente confrontarsi con i nuovi bisogni umani, emergenti nell'era planetaria. 

Sul piano specifico, vengono affrontate questioni come i rapporti della "devianza" con gli squilibri sociali e territoriali prodotti dall'attuale "economia", con la criminalità organizzata e l'economia illegale, con la violenza veicolata ed esercitata dai mass-media, con i processi di omologazione o assimilazione-distruzione di diversità e differenze, con l'assenza di opportuni servizi alla persona nel tempo libero, con le difficoltà di integrazione opposte dalle stesse istituzioni "educative", con la repressione didattica della creatività, dei processi di autocostruzione reale dell'identità positiva, della crescita permanente. 

Ci si chiede, tra l'altro, se esista una traduzione didattica del dominio sull'uomo e quali sono i suoi effetti in termini di educazione mancata, di "mutilazione" umana nel mondo contemporaneo, di violenza progressiva che inquina profondamente la nostra esistenza. 

Si cercano delle alternative a questa "cultura", anche attraverso esperienze e progetti.

Autori

Lacaita Editore