Leonardo Sciascia

Leonardo Sciascia

La verità, l'aspra verità

Maggiori dettagli

  • Anno: 1985
  • Autore: Antonio Motta
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 456


€ 30,00

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile

    Dettagli

Non v'è dubbio che, fino ad oggi, Sciascia è stato letto, interpretato, discusso, con un'abbondante dose di ideologia e di un'ideologia scopertamente legata ad un progetto politico prefabbricato, che ha finito per impoverire la sostanza culturale della sua opera, e alimentarne Ì'immagine stereotipa dello scrittore sociale, la più nefasta che ci si possa fare del racalmutese. La letteratura "sociale" di Sciascia è, invece, piena di contraddizioni, di sfide, di tutte quelle tensioni culturali d un'epoca e d'un tempo storico che, nell'insieme, sottolineano il suo ingente amore per la condizione umana, ogni qual volta è offesa e minacciata dal Sopruso, dal Torto e dall'Intolleranza. La letteratura rimanda, come in un gioco di specchi, all'uomo Sciascia, e ne è il ritratto più forte, il ritratto d'un uomo etico, per dirla con Borges, la cui sola autorità è stata ed è la sfida lanciata alla ruspa onnivora della Storia. 

Non c'è stato in tutto questo tempo, che abbraccia un trentennio di letteratura, nell'immagine di Sciascia una benché minima esitazione nelle scelte culturali e ideologiche, un abbassamento di tensione e di passione, in direzione di lidi meno aspri, un solo cedimento al demone del privato. Letteratura come piacere potrebbe essere la similitudine più esaustiva per avvicinarci a! suo mondo. Non si tratta naturalmente di un piacere emotivo, disincantato, ma di un piacere che nasconde in agguato le ombre, il mistero, e per questo porta sempre alla ragione all'analisi. Sciascia è un analitico e l'analisi gli occorre come metodo di cui dotare la letteratura.

Dall'Introduzione

Autori

Lacaita Editore