Segni nostri

Segni nostri
  • Anno: 1993
  • Autore: Donato Moro
  • Formato: 13,5x19
  • Pagine: 144


€ 6,00

    Dettagli

Quanto a una misura comparatistica del valore e dei limiti della poesia di Moro mi permetto di citare miei studi precedenti su poeti dell'area "mediterranea" molto diversi, ma di consimile sostrato poetico permanente: su "la poetica della parola" del primo Quasimodo, "lo spazio domestico" di E.U D'Andrea, le metafore naturali del corpo mistico in Comi, "l'incognita sacrale" di Michele Pierri, le "sacre nozze" di Alfonso Gatto in Morto ai paesi, I privilegi del povero di Vittorio Pagano, il poemetto corale di De Donno sui Martiri di Otranto, la poesia "selvaggia" di Salvatore Toma e la radicale e saudite di Stefano Coppola, oltre al Bodini più volte ricordato (ha perfino i tarantola). Certo, la poesia di Moro ha una schiettezza originaria d'estremo rigore aborigeno, ingenuo e genuino, ma di ragion poetica e di nobile e sapiente fattura come i ferri artistici dell'ancora compianto Antonio D'Andrea.

Autori

Lacaita Editore