Un punto fuori pagina

Un punto fuori pagina
  • Anno: 1983
  • Autore: Armando Patti
  • Formato: 13,5x19
  • Pagine: 84


€ 6,00

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

    Dettagli

Ancora in pagina a un discorso già definito nelle sue linee, questo momento espressivo di Patti riassorbe e continua i motivi in profondo che tutto l'arco della sua poesia assume, in ogni esperienza, in ogni episodio delta sua parabola. Ma soprattutto porta a compiuta maturazione le proposte problematiche e formali in una singolare sintesi, che è la grande risorsa dell'Autore, di severa interiorità meditativo-metafisica da una parte e di desacralizzante ironia dall'altra; quasi aggressiva, beffarda, che tende ad alleggerire, attraverso il gioco verbale, la serietà tematica. 

Il discorso divenuto più linguisticamente pregnante nel rapporto diretto o metaforico con i significati e nella nervosità di ritmi e tensioni verbali, restituisce il senso d'esistenza, fa varietà di motivi interni che si dilatano nell'ansia della voce per non lasciarsi mai cogliere in sensazioni attimali, una visione del mondo viva e quasi visionaria in una percezione d'abisso, di bilico nell'irreale - iperteso estremo del reale -. È un senso-senso, svelatosi come controsenso - da cui i funzionali ossimori - o talora insenso, in una pluralità, e annientamento, dei possibili, che sospende Patti nella sua scrittura, secondo appunto l'enunciazione del titolo, proprio come «un punto fuori pagina», un grumo di dubbi, un riflesso perplesso nel continuo rimbalzo con sé e con l'altro. 

Poesia densa di idee immagini e metafore, ha bisogno dell'ascolto più profondo delle ragioni del Poeta. E anche degli occhi che si posano sulla parola, come del resto è della poesia.

Autori

Lacaita Editore