Confutazione del sistema di Brown

Confutazione del sistema di Brown
  • Anno: 1999
  • Autore: Tommaso Cappiello
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 162


€ 10,00

    Dettagli

Sul finire del Settecento il sistema medico dello scozzese John Brown - dove si sosteneva che la vita fosse il prodotto dell'eccitabilità e degli eccitamenti, che la salute derivasse dal giusto equilibrio fra l'azione di ambedue quei fattori e che la malattia originasse, di contro, dalla prevalenza dell'uno come dell'altro - suscitò grande interesse presso le nuove generazioni studiose italiane, per le quali il favore nei confronti di questa teoria andava di pari passo con l'entusiasmo per la rivoluzione di Francia. Tra quanti parteciparono al dibattito scientifico sulla validità del brownismo fu Tommaso Cappiello, uno studente di medicina di Picerno che prese parte, a Napoli, alla rivoluzione del 1799, per riparare in Francia e quindi a Milano, dove la scuola medica di Rasori celebrava i fasti del sistema di Scozia e contro i cui sviluppi egli pubblicò, anonimo, nel 1801, il testo qui integralmente riproposto: un contributo che meritava, in occasione del bicentenario del 1799, di essere riproposto per l'impostazione materialista, la quale permea sì l'idea di un progresso scientifico comunque fondato sulla conoscenza teorica, ma anche tanto di quell'estremismo politico che è peculiarità del breve esperimento della Repubblica napoletana.

Accompagnano lo scritto di Cappiello le note introduttive di Antonino De Francesco e Paolo Augusto Masullo, le quali si fanno carico di saldare quella lontana disputa d'ordine scientifico ai paralleli sconvolgimenti sociali e politici nell'Italia giacobino-napoleonica; e collocano la Confutazione del sistema di Brown nel composito (e per ampi tratti non ancora dissepolto) mosaico culturale da cui prese forma la classe dirigente meridionale del secolo XIX.

Autori

Lacaita Editore