Il Pubblico Impiego

Il Pubblico Impiego

tra giudice ordinario e giudice amministrativo

Maggiori dettagli

  • Anno: 2000
  • Autore: Marco Mancarella
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788887280326
  • Pagine: 116


€ 11,00

    Dettagli

Una delle materie di maggiore importanza del ramo pubblicistico, se non la più rilevante quanto meno per volume di contenzioso, è quella del pubblico impiego. 

Proprio in tale settore è venuta delineandosi nel corso degli anni Novanta una profonda innovazione, volta ad assegnare finalmente alla Pubblica Amministrazione uno spiccato carattere di efficienza e funzionalità, tanto sotto il profilo organizzativo quanto sotto quello di una pronta e più semplice tutela del dipendente pubblico in sede giurisdizionale. 

L'esigenza di tale riforma non è di certo sorta dal nulla, ma affonda le sue radici in una lenta e progressiva evoluzione storica del rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione nel corso dell'ultimo secolo. 

I punti salienti di tale fenomeno possono essere facilmente rinvenuti nel graduale riconoscimento formale delle associazioni sindacali nel pubblico impiego (elemento sintomatico di un avvicinamento al settore privato), nella sempre maggiore attenzione all'aspetto produttivistico dell'attività amministrativa e, per ultimo, nella conseguente volontà, al fine di ottenere maggiore profitto con minori costi, d'intraprendere l'ardua strada della omogeneizzazione del lavoro pubblico e quello privato. L'obiettivo principale del libro è quello di presentare tale fenomeno di "privatizzazione" del pubblico impiego partendo dalla sua evoluzione storica per giungere poi ad esaminare, dopo aver compreso le ragioni basilari del nuovo corso normativo, i decreti legislativi di riforma di fine secolo.

Tenuto conto di tali novità dì fondo, vengono esaminati in specie il concreto riparto di giurisdizione che è venuto delineandosi con la privatizzazione, mettendo in rilievo essenzialmente tutte quelle questioni lasciate irrisolte dal dettato legislativo e sulle quali si auspica, nel prossimo futuro, un decisivo intervento chiarificatore in dottrina e soprattutto in ambito giurisprudenziale. 

Lo scopo che l'autore intende raggiungere mediante questa rivisitazione storico-legislativa è quello di comprendere la reale portata del fenomeno di privatizzazione del pubblico impiego e le sue effettive potenzialità di sviluppo, per poter valutare l'efficacia del lavoro compiuto dal legislatore e di capire se la forte esigenza di rinnovamento e maggiore produttività della Pubblica Amministrazione poteva essere affrontata in altro modo e con altri mezzi in sede legislativa almeno sul piano di una maggiore razionalità e chiarezza in tema di riparto giurisdizionale.

Autori

Lacaita Editore