L'estasi e l'offesa

L'estasi e l'offesa

Immagini di storia, di vita rurale e borghese del Gargano dall'Unità agli anni cinquanta

Maggiori dettagli

  • A cura di: Antonio Motta, Tommaso Nardella, Giuseppe Soccio
  • Anno: 1987
  • Formato: 23,5x31
  • Pagine: 220, rilegato


€ 20,00

    Dettagli

Questa raccolta di fotografie non vuole costituire un "album", inteso quale luogo di conservazione di ricordi che ridestano emotivamente la memoria. Sarà anche questo per chi, nelle immagini proposte, ritroverà momenti, ambienti e situazioni della propria esistenza; tuttavia, l'itento fondamentale è stato quello della ricerca storica e delta proposta culturale, sorretta da alcuni precisi criteri. 

Il materiale riprodotto, infatti, è la risultante di una scelta che ha privilegiato l'inedito e l'inconsueto, eliminando, quando non era strettamente necessario alla trama, la parte paesaggistica e la fotografia di circostanza. L'interesse maggiore sì è concentrato sull'aspetto storico-antropologico e sulla evoluzione dì una comunità che, come già altri in sede sociologica hanno analizzato, ha registrato vistosi fenomeni di acculturazione. 

Di un'area particolare, quale è quella del Gargano, caratterizzata da secoli di isolamento e di originalità anche rispetto alla sola Capitanata, si è cercato di offrire documenti fotografici e testimonianze, datati nel tempo, di una ricchezza umana e sociale certo più varia degli stereotipi che hanno consegnato "la montagna del sole" alle deformazioni dei "depliant" turistici: sotto il sole e nel mare, sui monti e nei paesi del Gargano, contadini e pescatori, pellegrini e briganti, baroni e borghesi si sono affiancati e spesso furibondamente contrapposti. Volutamente, non è stato posto il limite di restringere la narrazione iconografica alle sole classi subalterne: si è voluto, anche, porre in risalto le aspirazioni e le delusioni, i sogni e la rassegnazione che, nonostante l'avvenuta unità nazionale, restarono acutamente vivi nell'animo delle popolazioni garganiche deluse e mortificate dalla lentezza e frammentarietà con cui il pubblico potere interveniva nella soluzione dei molteplici e secolari problemi che condizionavano lo sviluppo civile di quelle comunità.

Dalla Presentazione

Autori

Lacaita Editore