L'Italia e l'Europa

L'Italia e l'Europa
  • Anno: 1979
  • Autore: Andrea Chiti-Batelli
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 142


€ 5,00

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

    Dettagli

L'opera del Risorgimento - realizzare l'unità non solo giuridica, ma morale e civile degl'Italiani - è rimasta incompiuta, e può esser portata a termine, oggi, solo costruendo lo Stato italiano come stato membro della Federazione Europea. Gli Stati nazionali infatti - come aveva già visto Luigi Einaudi - sono ormai «polvere senza sostanza»: ad essi sfuggono le leve essenziali per risolvere i problemi fondamentali dell'economia, della politica estera, della difesa; incapaci di indipendenza all'esterno, essi sono incapaci anche di autodisposizione all'interno, in una situazione, alla lunga, profondamente malsana e corruttrice. Le Comunità Europee, d'altra parte, appaiono oggi troppo deboli e fragili per assumersi il compito grandioso di rifondare, a livello europeo, la legittimità dello Stato: compito del tutto al di fuori della loro portata, della loro vocazione, meramente economica, dei loro poteri. Di qui l'esigenza pregiudiziale di una funzione costituente che il Parlamento comunitario eletto dovrà rivendicare (senza di che il risultato delle elezioni dirette delle prime così come delle successive - sarà deludente e gattopardesco). È questo - specie per i Paesi più fragili e deboli come l'Italia - l'obiettivo centrale e pregiudiziale della nostra epoca storica. 

Autori

Lacaita Editore