Minoranze etniche, egemonia culturale, lingua europea

Minoranze etniche, egemonia culturale, lingua europea

Come salvarsi dalla glottofagia dell'inglese?

Maggiori dettagli

  • Anno: 1994
  • Autore: Andrea Chiti-Batelli
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 108


€ 5,00

    Dettagli

I fautori delle "lingue senza Stato" temono la "glottofagia" delle lingue dominanti "statali", che le opprimono. Hanno pienamente ragione: ma non avvertono che un pericolo ancora più grave minaccia le une e le altre: l'inglese. 

La sola via d'uscita soddisfacente è una lingua franca pianificata e neutra, che non ha effetto distruttore sulle lingue e culture dell'area a cui si estende (oggi solo l'Esperanto è pronto per l'uso). Ma una lingua ausiliaria non si afferma internazionalmente solo, né soprattutto, per le sue qualità linguistiche: decisivi sono fattori politici. L'Esperanto deve perciò darsi una politica, giacché solo la Federazione europea - direttamente interessata a salvaguardare la pluralità delle sue culture - potrà far sua la causa di una lingua ausiliaria pianificata. 

"La politica dell'Esperanto" si identifica dunque con la politica in favore della Federazione europea, primo passo perché poi tale lingua diventi anche lingua ausiliaria mondiale.

Autori

Lacaita Editore