Il movimento anarchico italiano nella lotta contro il fascismo

Il movimento anarchico italiano nella lotta contro il fascismo
  • Anno: 2003
  • Autore: Fabrizio Giulietti
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788888546209
  • Pagine: 452


€ 18,00

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile

    Dettagli

Nel ricco panorama storiografico sull'antifascismo, mancava ancora uno studio organico sull'opposizione anarchica negli anni del regime. Attraverso una capillare ricerca sulla documentazione dell'Archivio Centrale dello Stato e una minuziosa indagine della stampa e della pubblicistica libertaria, il libro di Fabrizio Giulietti viene ora a colmare questa lacuna ricostruendo le varie tappe che, a partire dall'approvazione delle leggi speciali nel novembre 1926, hanno scandito la mobilitazione anarchica contro la dittatura mussoliniana: dai tanti episodi di antifascismo "esistenziale" ai progetti per attentare alla vita del Duce; dall'attività sovversiva in Italia agli sforzi di riorganizzazione compiuti in terra d'esilio; dalla partecipazione alla guerra civile in Spagna al contributo profuso alla resistenza armata nel 1943-45, la battaglia antifascista degli anarchici italiani non conosce pause. Da questo profondo lavoro di scavo emerge un quadro ampio e dettagliato dell'opposizione irriducibile di tanti militanti anarchici che il carcere, il confino, l'esilio e persino le condanne a morte non riescono a piegare, tanto da renderli agli occhi della polizia del regime i più pericolosi nemici di Mussolini. La fede nell'idea anarchica e la forza dei legami internazionali che compongono una fitta rete di solidarietà estesa in tutti i paesi del mondo, rappresentano un elemento caratterizzante del movimento anarchico, malgrado le divisioni e le contrapposizioni interne esplose aspre nei tormentati anni tra le due guerre mondiali, quando il precipitare degli eventi pone tutto l'antifascismo di fronte a scelte drammatiche.

Autori

Lacaita Editore