Le relazioni internazionali degli enti locali

Le relazioni internazionali degli enti locali

Dai gemellaggi al Comitato delle Regioni: cinquant'anni di storia dell'integrazione europea

Maggiori dettagli

  • Anno: 2013
  • Autore: Fabio Zucca
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788865820223
  • Pagine: 212


€ 18,00

    Dettagli

Questo volume è l'edizione italiana rivista e aggiornata di The International Relations of Local Authorities. From Institutional Twinning to the Committee of the Regions: Fifty Years of European Integration History (2012). La nuova veste si è resa indispensabile per rendere disponibile anche al pubblico italiano, in particolare agli amministratori locali, lo studio sul ruolo internazionale degli enti locali.
Il problema cruciale è che fare per salvare l'unificazione europea. La risposta politica, l'unica possibile per superare le leggi dei mercati finanziari, non può che essere un governo economico europeo il cui significato è la realizzazione fra i Paesi dell'Europa dell'unione fiscale, finanziaria ed economica che apra la strada agli Stati Uniti d'Europa.
I padri fondatori dell'Europa avevano l'alto obiettivo degli Stati Uniti d'Europa condiviso dalle forze dinamiche del nostro continente fra cui gli enti locali europei: comuni, dipartimenti, contee, provincie, Länder e regioni che sin dall'inizio degli anni Cinquanta operarono, attraverso la loro associazione europea, il Council of European Municipalities (CEM) – nel 1984 divenuto Council of European Municipalities and Regions (CEMR) –, a favore di uno Stato federale europeo che tenesse conto della cellula base della democrazia occidentale, il comune.
Lo studio degli enti locali, delle loro strutture e dei loro rapporti nonché del loro coinvolgimento nei progetti di riorganizzazione politica e amministrativa su scala europea, è, al giorno d'oggi, un settore scientifico di estrema rilevanza, poiché è in grado di aprire nuove prospettive sui temi della governance multi-livello e dell'incremento della partecipazione alla gestione della cosa pubblica nel contesto delle istituzioni europee.
L'indagine, condotta in questo volume, del processo che ha portato all'attuale strutturazione dei rapporti istituzionali tra organi europei ed enti locali, e soprattutto del ruolo in massima parte propulsivo e supportivo, che questi ultimi hanno avuto, a partire dagli anni '50, nel processo di integrazione continentale, suggerisce un differente angolo visuale dal quale poter osservare le attualissime tematiche europeiste.

Il lavoro di Fabio Zucca dà conto di infaticabili ricerche in archivi spesso sconosciuti o mal consultati; la parte centrale e più originale di quest'opera è un filone di studi ancora poco coltivato, difficile da affrontare anche per la dispersione delle fonti e forse ritenuto marginale. Ma non è erroneo ritenere che il ritardo degli studi accademici rifletta e assecondi un modo di concepire l'integrazione europea stessa, per via statale e burocratico-governativa. Al di là delle significative informazioni offerte, già il dato in controtendenza rende meritorio e indispensabile la lettura del saggio per meglio comprendere le dinamiche di un processo ancora in corso che deve avere esito nell'interesse non solo dell'Europa, ma quale esempio a livello globale.

 

Autori

Lacaita Editore