Ivanoe Bonomi. Scritti storici

Ivanoe Bonomi. Scritti storici
  • A cura di: Luigi Cavazzoli, Stefano B. Galli
  • Anno: 2010
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788889506943
  • Pagine: 260


€ 18,00

    Dettagli

Ivanoe Bonomi trascorse gran parte del ventennio fascista in volontario silenzio e in una solitudine comunque operosa. Sono, infatti, di quel periodo gli studi storici, che si sono rivelati particolarmente proficui nella produzione di opere ancora oggi considerate fondamentali per un corretto approccio ai principali temi e ai problemi politici del Risorgimento, dell'unità d'Italia, del socialismo, dell'Italia liberale e delle origini del fascismo. In proposito è sufficiente ricordare le pubblicazioni che raccolgono gli esiti di tali studi: Dal socialismo al fascismo (Formiggini, Roma 1924) ; Leonida Bissolati e il movimento socialista in Italia (Cogliati, Milano 1929) ; Mazzini triumviro della Repubblica Romana (Einaudi, Torino 1936) ; La politica italiana da Porta Pia a Vittorio Veneto (1870-1918), Einaudi, Torino 1944 (già stampato nel 1941, ma non pubblicato per ordine di Mussolini) ; La politica italiana dopo Vittorio Veneto (Einaudi, Torino 1953).
Queste cinque opere costituiscono la fonte da cui i curatori hanno estratto i testi riportati in questo volume che, assieme ai due precedenti dedicati a Bonomi giornalista, consentono ora al lettore un approccio complessivo agli scritti dello statista mantovano. Quest'ultimo condivide con Benedetto Croce la persuasione che la storia si faccia non solo coi documenti materiali, ma anche e soprattutto con quelli conservati nella mente di colui che si propone di interpretare e rendere espliciti i primi. Inoltre Bonomi precisa che la sua è «una storia della classe politica» e, pertanto, «dei governi e degli uomini che li hanno capeggiati», giacché i partiti seguono i loro leader, modificando in sintonia con quest'ultimi l'atteggiamento e il linguaggio. Per cui «ciò che nella politica conta non è il verbo, è l'azione». Le teorie vanno dunque messe in pratica per accertarne la fattibilità e la coerenza: a tale linea guida Bonomi conformò l'azione amministrativa svolta in qualità di consigliere comunale e provinciale a Mantova, di assessore al Bilancio a Roma con la Giunta presieduta dal sindaco Ernesto Nathan (1907-1913), poi di parlamentare, di ministro in vari dicasteri (Lavori Pubblici, Guerra, Tesoro) e presidente del Consiglio dei ministri (1921-1922). Tanta e qualificata esperienza di gestione della cosa pubblica, non disgiunta da un ruolo politico di primo piano e da una frenetica attività giornalistica, svolta in numerose e importanti testate nazionali, aiuta a comprendere la ricchezza e l'importanza documentaria della fonte cui Bonomi poté agevolmente e con dovizia attingere per sottoporre la stessa ad analisi e sintesi storiche. A ben vedere, quindi, gli scritti riguardanti il periodo 1894-1924, appartengono al filone della letteratura storica scritta al momento in cui i contemporanei parlano in veste di storici. Ciò non toglie che essi offrano agli studiosi la possibilità di una rilettura di testi connotati di sicura obiettività, nel senso di trasparenza del metodo utilizzato, e al lettore medio l'opportunità di una sintesi divulgativa limpida ed efficace per un valido approccio alla conoscenza di un trentennio di vita del nostro Paese.

INDICE

L.C.- S.B.G. - Introduzione

 

Stefano  B. Galli

Bonomi storico del Risorgimento e dell’Unità 

Indice scritti storici del Risorgimento e dell’Unità

Scritti storici del Risorgimento

Scritti storici dell’Unità

 

Luigi Cavazzoli

Bonomi storico del socialismo e del fascismo

Indice scritti storici del socialismo e del fascismo 

Scritti storici del socialismo

Scritti storici del fascismo

 

Indice dei nomi

Autori

Lacaita Editore