Leonida Bissolati

Leonida Bissolati

Un riformista nell'Italia liberale

Maggiori dettagli

  • A cura di: Maurizio Degl'Innocenti
  • Anno: 2008
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788889506660
  • Pagine: 132


€ 13,00

    Dettagli

Il volume restituisce all’attenzione degli studiosi il profilo complessivo di Leonida Bissolati (1857-1920), protagonista della storia politica e parlamentare dell’Italia liberale dalla fine del secolo al primo dopoguerra, consentendone una lettura ricca di suggestioni originali. Viene qui ricostruito il contesto sociale e politico-amministrativo della Cremona della fine del secolo XIX, con una particolare attenzione all’emergere di una nuova classe dirigente locale legata alla piccola e media borghesia urbana, ma anche ai fenomeni di mobilità nelle campagne, non ultimo in rapporto al ruolo aggregante del Comune. La vicenda del giovane Bissolati, il cui cursus studiorum è puntualmente ricostruito tra Cremona, Pavia e Bologna, fornisce l’occasione per una riflessione sull’orientamento di un’intera generazione che pur concependo il Risorgimento come realtà viva, lo considera incompiuto e per certi aspetti anche deludente; e che, tra carduccianesimo e positivismo, si incammina verso un impegno politico nel quale l’elaborazione culturale - attraverso sodalizi, circoli e attività pubblicistica- manterrà sempre una collocazione centrale. Il rilievo della militanza socialista di Bissolati, con un approccio marxista (oltre che positivista) aperto alla cultura europea, viene analiticamente rivisitato di fronte ai grandi avvenimenti della storia nazionale e europea, dalla crisi politico - istituzionale di fine secolo alla costruzione di uno Stato laico, al confronto con il colonialismo fino all’intervento italiano in guerra e alla crisi del sistema liberale nel dopoguerra. Particolare attenzione è rivolta a Bissolati esperto di politica estera, di cui si confermano acutezza di giudizio e inconsueto respiro, specialmente sulla questione dell’irredentismo e dei complicati rapporti con il mondo slavo. E infine è ben presente Bissolati volontario e uomo di guerra, ministro nei governi Boselli e Orlando, campione dell’interventismo democratico, ma anche fermo nella coerente opposizione a qualsiasi forma di oltranzismo annessionista, così come proiettato alla ricerca di un nuovo ordine europeo fondato sulla Società delle libere nazioni.

INDICE

Premessa 

Maurizio Degl’Innocenti - Bissolati, il socialismo italiano e la storia d’Italia

Maria Luisa Betri - Bissolati e Cremona: l’amministrazione locale e la campagna

Marina Tesoro - Leonida Bissolati e le Università di Pavia e di Bologna. Un percorso di formazione

Gian Biagio Furiozzi - Leonida Bissolati deputato: difesa delle libertà, laicità, equilibri internazionali

Alceo Riosa - Socialismo e nazione in Bissolati di fronte alla questione dell’irredentismo

Giovanni Sabbatucci - Bissolati, la guerra e il dopoguerra

Autori

Lacaita Editore