Ivanoe Bonomi. Scritti giornalistici

Ivanoe Bonomi. Scritti giornalistici
  • A cura di: Luigi Cavazzoli, Luigi Gualtieri
  • Anno: 2008
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788889506776
  • Pagine: 344


€ 18,00

    Dettagli

Cinquantaquattro scritti giornalistici di Ivanoe Bonomi, che vanno dal 1908 al 1949 (muore nel 1951) si aggiungono in questo volume al pari numero di articoli proposti nel precedente volume edito nel 2005. In questa sede essi sono suddivisi nei seguenti temi maggiormente frequentati dall’autore: il deputato del Collegio di Ostiglia – la questione del Mezzogiorno – un socialista non anticoloniale – l’espulsione dal partito socialista – la grande guerra – riforma e blocchi elettorali – dalla resistenza alla guerra fredda. Il nesso libertà-democrazia-socialismo, proposto nel precedente testo alla stregua di un possibile filo conduttore, diviene in questo libertà-democrazia-laburismo. D’altra parte “le leggi di adattamento del socialismo al regime liberale”, erano state da Bonomi formulate nel 1907 nel saggio Le vie nuove del socialismo, prendendo le mosse dalla constatazione che il movimento socialista era sorto in Italia e altrove con un carattere nettamente antiliberale. I quarant’anni che separano il 1908 dal 1948, anno in cui viene eletto presidente del primo Senato della Repubblica italiana, sono contrassegnati da periodi di silenzio di Bonomi giornalista, per ragioni di opportunità durante gli incarichi di ministro e di presidente del Consiglio, o perché imposto dal fascismo. L’ultimo articolo risale infatti al gennaio 1926 e Bonomi lo scrive per “Critica sociale” in occasione della morte di Anna Kulischioff; per leggere il successivo occorre giungere all’aprile del 1943 allorché sul giornale clandestino “La Ricostruzione”, organo del fronte unico della libertà, appare il suo Appello agli italiani, condiviso da tutte le correnti antifasciste. Nella Postfazione a entrambi i volumi, Ettore A. Albertoni pone in risalto che dall’esame storico che gli stessi propongono emerge in tutta evidenza un Bonomi, non già come il colto e capace adepto di una sorta di piccola eresia riformista ma, piuttosto, come il credibile e saggio combattente per l’affermazione in Italia di una democrazia consapevole e compiuta. L’evoluzione recente in senso autonomista e sostanzialmente federalista della Costituzione repubblicana – alla cui nascita ed elaborazione Bonomi diede un importante contributo – dall’inizio del Terzo Millennio ha aperto nuovi, più liberi e democratici scenari. Il lettore troverà al riguardo non poche sollecitazioni sia in questi due tomi di Scritti giornalistici che nell’intera opera e bibliografia dello statista.

INDICE

L.C. - L.G. - Introduzione

Indice degli articoli 

Scritti giornalistici 

Ettore A. Albertoni - Postfazione

Autori

Lacaita Editore