Sigfrido Sozzi

Sigfrido Sozzi

Politico – Amministratore – Studioso (1924-1984)

Maggiori dettagli

  • A cura di: Dino Mengozzi
  • Anno: 2005
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788889506066
  • Pagine: 248


€ 18,00

    Dettagli

Sigfrido Sozzi (Cesena 1910 - Lugo 1984), figura poliedrica di politico, amministratore, storico, animatore culturale, appartiene a quella generazione che ha vissuto in prima persona il "secolo delle ideologie". Figlio di una famiglia socialista, segnato dal fratello martire comunista, al seguito del quale aveva aderito, quattordicenne, al partito comunista, Sigfrido ha vissuto da oppositore, sorvegliato e confinato, gli anni del regime fascista, e poi da resistente l'ultima fase della guerra. Con queste credenziali era nominato sindaco di Cesena libera, nel 1944, e confermato fino al 1948. Il suo spirito indipendente e critico, lo metteva presto in collisione con il burocratismo dei compagni. Ferito dai fatti d'Ungheria del 1956 e dallo stalinismo, Sozzi lasciava il partito nel 1958 aderendo poi al Partito socialista.
In parallelo, Sozzi ridefiniva il proprio ruolo di "intellettuale di provincia" attraverso la ricerca storica, ricostruendo con studi originali il processo di espansione delle istituzioni liberali in Romagna e il formarsi del movimento anarchico e socialista nelle sue città.
In questo volume, studiosi e ricercatori ripercorrono i diversi campi di attività di Sozzi, gettando nuova luce sulla sua complessa personalità e sul suo ruolo pubblico, grazie anche alle carte d'archivio e a quelle private, messe a disposizione dalla famiglia.
Una scelta di queste, insieme ai diari inediti dal 1955 al 1962 e dal 1981 al 1984, è offerta per la prima volta ai lettori nella seconda parte del volume.

Autori

Lacaita Editore