Ugo Coccia e la generazione degli esuli

Ugo Coccia e la generazione degli esuli
  • A cura di: Silvia Bianciardi
  • Anno: 2001
  • Formato: 14x22
  • ISBN: 9788887280951
  • Pagine: 200


€ 15,00

    Dettagli

Ugo Caccia nacque a Roccantica (Rieti) l'11 agosto 1895. Militante socialista sin dalla giovane età lasciò l'Italia all'inizio del '26, pochi mesi prima delle leggi eccezionali del novembre con le quali Mussolini sancì la fine dell'esistenza legale delle opposizioni. Stabilitosi in Francia, fu eletto segretario del Partito socialista italiano, costretto all'esilio, e fino al 1928 mantenne la direzione dell'"Avanti!". Come dirigente politico si impegnò a riorganizzare il partito nell'emigrazione e individuando nella riconquista della libertà l'obiettivo principale e prioritario rispetto ad ogni altro. Identificò nella Concentrazione antifascista lo strumento più adeguato per condurre la lotta al regime. Vicino a Nenni, fu eletto segretario del Partito socialista al Congresso dell'unità a Parigi nel luglio 1930. Morì a Hyères, nel 1932, a causa dell'aggravarsi di una cardiopatia che aveva contratto combattendo in trincea durante la prima guerra mondiale. La vicenda politica e umana di Ugo Coccia, combattente antifascista ed esponente socialista nell'esilio, viene ricostruita attraverso materiale documentario per lo più inedito. Essa diviene il motivo di una ricerca che si amplia a comprendere la più generale e complessa vicenda dei gruppi, dei partiti e delle singole personalità dell'antifascismo socialista, la difficile esperienza del quotidiano, gli sforzi di elaborazione ideologica finalizzati alla riqualificazione e alla ridefinizione di nuove fisionomie e identità politiche. Ne esce un quadro incisivo ed efficace del mondo dell'emigrazione politica, reso più vivo dal corredo di un originale inserto fotografico.

Autori

Lacaita Editore