Giovanni Cena poeta e apostolo dell'educazione

Giovanni Cena poeta e apostolo dell'educazione
  • Anno: 1976
  • Autore: Giuseppe Franzé
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 120


€ 7,00

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile

    Dettagli

Questo studio illustra con linguaggio chiaro e incisivo la suggestiva figura di Giovanni Cena attraverso l'analisi della sua produzione letteraria e del suo fervido ed eccezionale impegno sociale, cui si deve il nascere e il diffondersi della scuola popolare nonché la rigenerazione spirituale dei «guitti» nelle malariche terre dell'Agro Romano e delle Paludi Pontine all'inizio del corrente secolo. All'impegno sociale del poeta di Montanaro Canavese, che insieme con Gaetano Salvemini, Sibilla Aleramo e Giuseppina Lemaire si recò in Calabria, si deve anche la denuncia delle penose condizioni socio-economiche e culturali delle popolazioni calabresi nonché della trascuraggine delle autorità responsabili nei confronti dei problemi scolastici dopo il catastrofico terremoto del 1908.

La poesia di Cena, che si alimenta delle sofferenze dell'uomo, delle sue miserie, delle aspirazioni, sovente frustrate, dei soprusi politici, dopo il periodo del pessimismo, in cui predomina l'ombra della morte, esprime l'eterno messaggio della fratellanza umana e della necessità dell'impegno per sollevare le condizioni dell'uomo - «Vivi! La vita in tè, negli uomini ama» -.

Il messaggio poetico si traduce in febbrile attività educativa, in una vasta opera di redenzione, di soccorso sociale, che fa di Giovanni Cena uno dei più nobili apostoli dell'italia contemporanea.

Autori

Lacaita Editore