Il libro della sventura

Il libro della sventura

Autobiografia di un brigante

Maggiori dettagli

  • Anno: 1971
  • Autore: Michele Di Gè
  • Formato: 11,5x18
  • Pagine: 184


€ 8,00

    Dettagli

L'aspetto sociale del Mezzogiorno d'Italia, nelle sue origini e nelle sue conseguenze, ha una ricca ed ampia bibliografia.

Sfugge, a volte, ai sociologi ed agli storici del problema l'importanza di alcune fonti che ci consentono una conoscenza più diretta dei contrasti che hanno caratterizzato le vicende svoltesi nei paesi del Sud d'Italia.

Per dare ora una visione più completa dei fatti esplosi intorno agli ideali ed agli interessi delle nostre popolazioni, iniziamo questa collana con il proposilo di completare il discorso iniziato da coloro che hanno il merito di aver posto all'attenzione del Paese, la «Questione Meridionale».

Briganti e fautori dell'antico regime, preti e galantuomini, tutti in crisi con la propria coscienza, hanno lasciato scritti e memorie attraverso i quali è possibile comprendere e giustificare le vicende di cui fu protagonista una società angustiata dalla miseria che i vari governi non seppero e non hanno mai saputo affrontare e risolvere.

Tommaso Pedio - Piero Lacaita

 

La mattina del 24 Dicembre 1843 Giovanni Di Gè di professione pastore non uscì di casa con la paròccola, cioè con il bastone di corniolo, una mazza da campagna che termina ad un estremità in un catorzolo gnoccoso grosso e irregolare del peso di un chilo e più. La paròccola va bene per minacciare le capre, per atterrire i mastini a guardia delle masserie; ai violenti serve per affloscire le braccia agli altri pastori guappi o alle guardie campestri che, nei casi dubbi di infrazioni, pretendono elevar contravvenzioni lungo i fratturi, ma non va bene per andare in Municipio a denunciar la nascita di un figlio. 

La paròccola è per incutere rispetto. Che gusto c è ad uscire armato di paròccola in paese, e quando poi il cuore è in festa? 

La mattina del 24 Dicembre 1843 Giovanni Di Gè si prese l'uncino, la mazza che è più da paese e tra i borghigiani è indice del mestiere di pastore. 

Autori

Lacaita Editore