Antropologia e Cultura Popolare

Antropologia e Cultura Popolare

La Basilicata di M.G. Pasquarelli

Maggiori dettagli

  • Anno: 1983
  • Autore: Antonio Lotierzo
  • Formato: 14x22
  • Pagine: 236


€ 10,00

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

    Dettagli

La Basilicata e la subcultura dell'area potentina sono al centro dell'analisi del volume che, partendo da una ricognizione del materiale folclorico presentato in clima positivistico, esamina i rapporti e gli scambi attuali fra la storia e l'antropologia culturale. La figura di Michele G. Pasquarelli e le sue opere - di cui qui si danno per (a prima volta per intero i Proverbi e frasi nel dialetto di Marsiconuovo, la Medicina basilicatese, gli Amuleti e pratiche Magiche in Basilicata, la Malaria nelle credenze e pratiche popolari della Basilicata, la Croce e Catoni e galantuomini di Basilicata consentono di operare una rilettura del processo dì acculturazione e deculturazione avviato in Basilicata con lo sviluppo del capitalismo, l'esplodere della cosiddetta questione sociale e con l'emigrazione. 

Successivo a R. Riviello e T. Claps, il Pasquarelli sviluppa e conclude il periodo classico della storiografia folclorica lucana, auspicando che lo spirito positivo e l'estensione del metodo sperimentale possano contribuire in maniera decisiva ad inverare quella liberazione sociale dell'uomo che la tensione conoscitiva del folclore testimonia e richiede, seppur implicitamente. 

L'antropologia storica, nel ricostruire gli atteggiamenti mentali, le ritualità e le rappresentazioni della psicologia collettiva, avvia la individuazione dell'origine sociale sia della paura che delle forme di povertà psicologica, nonché la funzione protettiva ed integratrice della cultura lucana. 

Autori

Lacaita Editore