Michele Giannico Architetto

Michele Giannico Architetto

Segni del Post-Razionalismo nel Mezzogiorno d'Italia

Maggiori dettagli

  • Anno: 1993
  • Autore: Lucio C. Giummo
  • Formato: 21x23
  • Pagine: 248


€ 15,00

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

    Dettagli

Che senso ha oggi una operazione quale quella che col saggio sulla figura umana e professionale di Michele Giannico e la mostra ad esso collegata I'Ordine degli Architetti della Provincia di Tarante pone in essere? 

In un momento storico che vede impallidire insieme ai miti, con l'eclisse delle ideologie, pure valori e certezze e sovente la stessa speranza nelle capacita dell'individuo a trasformare in meglio la realtà imparando a conoscerne ed a rispettarne i ritmi, le peculiarità, a convivere con altri universi morali, altre leggi che non siano quella banalmente economicistica del profitto e del consumo, parlare del nostro passato, di ciò che fa ormai parte del nostro "bagaglio genetico", alla ricerca del senso dell'oggi, ci è parso essenziale. 

Parlare di Michele Giannico architetto, uomo "impegnato" del profondo Sud d'Europa, vuol dire ripercorrere, cercando di comprenderne il senso attraverso le tappe di un'esistenza vissuta intensamente, senza risparmi, ma pure attraverso i segni materiali, i manufatti architettonici che restano (presenze percepibili e condizionanti l'oggi), gli ultimi quarant'anni della storia del nostro paese, delle vicende dell'architettura italiana del secondo dopoguerra, degli anni della ricostruzione, giù giù sino al passato più recente e di quelle connesse all'evoluzione della società italiana e meridionale in particolare in questo scorcio di XX secolo. 

Si tratta di una operazione di scavo non meno faticosa ed utilmente ricca di valenze culturali di quella che lo studioso di antichità opera sulle fonti scritte o alla luce del sole, nel vivo di siti anticamente umanizzati: anch'essa mirata alla ricerca delle proprie radici culturali ed umane più profonde e nascoste, tenta riappropriarsi di una parte per lo più ignorata di noi tutti. Michele Giannico architetto, dunque, ma, non meno importante Michele uomo del sud impegnato per il sud più povero e dimenticato; grande animo di meridionalista pronto a lottare al fianco dei braccianti per l'attuazione di una riforma che, nella tragica miseria del dopoguerra, renda la terra a chi la lavora.

Dall'Introduzione

Autori

Lacaita Editore